Sinagoga corale di Vilnius, art nouveau lituana

di
Sinagoga corale di Vilnius, Lituania

Sinagoga corale di Vilnius, Lituania

Costruita nel 1903 in stile art nouveau, la sinagoga corale di Vilnius è l’unica della capitale lituana a essersi conservata dopo la sistematica distruzione di edifici ebraici da parte dei nazisti durante il periodo dell’Olocausto.

Sino al secondo conflitto mondiale, la presenza ebrea in Lituania era molto forte. In particolare nella sua città principale dove già nel 1633 era stata inaugurata la sinagoga grande di Vilnius, inaugurata nel 1633.

Per questo tra il 1902 e il 1903, su progetto di Dovydas Rosenhauzas, venne realizzata anche la sinagoga corale di Vilnius. L’architetto ha rivisto gli elementi moreschi e neo-bizantini in modo decorativo.

Lo ha fatto in particolare sulla facciata dove l’arco centrale troneggia sui portali da una grande finestra semicircolare. Dentro, invece, la grande cupola blu della sinagoga corale di Vilnius lascia scendere quattro pilastri che circoscrivono la sala centrale e sostengono le gallerie del matroneo.

Scampata al periodo nazista, durante quello comunista la sinagoga corale di Vilnius fu requisita e trasformata in fabbrica come impianto di lavorazione del metallo. Solo con la fine del regime sovietico, l’edificio torna di proprietà della comunità ebraica. E con il contributo del World Monuments Fund del 2008 viene restituita al suo antico splendore.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Sinagoga corale di Vilnius, art nouveau lituana"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...