Porta dell’Aurora di Vilnius, simbolo mariano

di
La Porta dell'Aurora, Vilnius © Andrea Lessona

La Porta dell'Aurora, Vilnius © Andrea Lessona

La Porta dell’Aurora di Vilnius venne edificata tra il 1503 e il 1522 come parte integrante delle fortificazioni dell’attuale capitale lituana. Il suo nome deriva dal quartiere di Ostry Koniec che era, appunto, fuori porta.

La Porta dell’Aurora di Vilnius è l’unica rimasta delle nove originarie: tutte le altre vennero demolite per ordine del governo alla fine del XVIII secolo. Ancora oggi è una delle attrattive più rinomate della capitale lituana.

La Porta dell’Aurora di Vilnius ha una cappella in cui si trova l’effigie della Vergine Maria Madre della Misericordia – ritenuta miracolosa. Da secoli il dipinto, che appartiene alla tradizione iconografica delle Madonne nere, è un oggetto di culto di cattolici e di ortodossi.

La cappella della Porta dell’Aurora di Vilnius è adornata da migliaia di tavolette votive. Tantissimi pellegrini che vengono dai paesi confinanti arrivano qui per pregare di fronte all’icona mariana.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Porta dell’Aurora di Vilnius, simbolo mariano"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...